Oprah Winfrey e la ricerca della bellezza – a spasso per l’Umbria

English version

In questi giorni, la visita di Oprah in Umbria per cercare tartufi sembra essere stata LA notizia.

Oprah Winfrey, per chi non la conoscesse (mia mamma mi ha chiesto al telefono: ma chi è questa qui?), è considerata la regina indiscussa della Tv americana ed è conduttrice del forse più noto talk al mondo. Nel 2007 Forbes la proclama la donna dello spettacolo più ricca al mondo, e praticamente tutto il popolo statunitense la adora, letteralmente. (Una nota a parte… gli americani hanno Oprah, una giornalista, scrittrice e intelligente opinionista a condurre il talk show più importante… noi in italia abbiamo Maria De Filippi: soprassiedo…).

Ophra Winfrey in Umbria
Oprah Winfrey con l’amica Gayle King durante la visita in Umbria (foto Instagram)

“Sono una patita di tartufo. Porto sempre dietro con me sale aromatizzato al tartufo. Lo chiedo sempre quando arrivo in un hotel: olio e sale al tartufo” ha detto di recente durante un’intervista sul Red Carpet – “voglio fare una caccia al tartufo a Ottobre, Yeah!”. E poco dopo – “per anni ho voluto fare questo viaggio ma non c’ero ancora mai riuscita”. E prima di recarsi in Sud Africa, dove si trova la scuola per ragazze che mostrano talento ma che non possono pagare gli studi che lei stessa ha fondato (la Oprah Winfrey Leadership Academy for Girls), Oprah ha confessato: “sto per andare in Sud Africa ma passerò anche per l’Italia per una caccia al tartufo con i cani e i maiali. Era nella mia lista (di desideri, ndr) da tempo, e quest’anno finalmente riesco a farlo!”.

Una volta arrivata in Italia, ha condiviso con i suoi oltre 25 milioni di fan sui vari social network:  “Che la caccia abbia inizio! A caccia di tartufi in Umbria!”. E pubblica una foto di lei stessa, accanto a tartufai del luogo, coi cani, il bastone, e tutto il resto che serve per un’uscita del genere.

Ophra Winfrey truffle hunting in Umbria
Oprah Winfrey a caccia di tartufi in Umbria (foto Instagram)

Giornali locali e internazionali hanno riportato che è stata ospite di un imprenditore di Montecastrilli che lavora negli Stati Uniti nell’ambito del commercio dei tartufi. Si è recata a Perugia, Assisi e Todi, incontrando varie personalità della regione. Ha inoltre partecipato a vari banchetti tra cui quello preparato dagli Chef Francesco Abbatepaolo e Enzo Barbetti, esclusivamente a base di tartufo con piatti tipici della cucina tradizionale umbra.

Ophra Winfrey and Chef Francesco Abbatepaolo in Orvieto
Oprah Winfrey con lo Chef Francesco Abbatepaolo (foto cramst.it)

Oprah non è l’unica ad avere questa passione e il fatto che star di Hollywood vadano pazze per il tartufo non è una novità: già il Corriere della Sera ne fece un lungo articolo nel “lontano” 1999, includendo (tra quelli che, del tartufo, dicono di non poterne fare a meno) Michael Douglas, Cindy Crawford, John Travolta, Mariah Carey, Richard Gere e, già da allora Oprah Winfrey.

A parte la sensazionalità dell’evento e la pubblicità che le sue “twittate” hanno fatto a quella magnifica regione che è l’Umbria, quello che mi stupisce di più di questo breve viaggio di Oprah è che una delle donne più ricche del mondo abbia avuto per anni, come più grande desiderio, quello di andare a cercare tartufi in Umbria, dove io ho vissuto per anni. L’Umbria, tra tutti i posti che avrebbe potuto scegliere… Di mangiare il tartufo, che vicini e tartufai locali portavano e portano alla mia famiglia e che io gusto da anni. E di spendere qualche giorno in una terra che lei ritiene meravigliosa, posti dove io ho vissuto per anni, spesso non accorgendomi della bellezza di quello che avevo intorno. Bellezza che ora avidamente assaporo a sorsate, quando ho la fortuna di lasciare l'”isola” inglese e di tornarmene a casa per qualche giorno.

Castelluccio Norcia Umbria Italy flowers
Fiorita di Castelluccio, vicino Norcia, una delle località in Umbria dove si trovano e commerciano tartufi

A pensarci in astratto, Oprah insieme a un tartufaio umbro sembrano starci come i cavoli a merenda. Ma poi uno vede quella foto e si accorge che invece tra i due non c’è una gran differenza. In quella foto sembrano tutti “alla pari” (a parte gli occhiali firmati!), come un gruppo di amici che si divertono, in un giorno di sole, a cercare tartufi per i boschi. Cosa spazza via la differenza? La passione e brama per la stessa cosa. Spazza via le differenze e unisce in una ricerca, insieme, per la stessa cosa. Nel caso specifico, il tartufo.

home made organic truffle tagliatelle Italy mom best restaurant
Tagliatelle fatte in casa da…mia mamma! Con tartufo fresco, ovviamente

Ma più in generale, che tu abbia milioni di dollari o che tu sia povero, che tu sia un cinico avvocato Newyorkese o una casalinga di un paesino umbro, brami comunque la stessa bellezza: che ti affascini, che ti stupisca, che ti riempia la bocca, gli occhi e il cuore. E in Umbria la bellezza traborda e ti travolge. Coi sui sapori, con i suoi paesaggi, con la sua lunga storia e il suo popolo. Se ci vivi…sei fortunato: accorgitene e godila, non solo perchè te lo dice Oprah! Se non ci vivi, visitala! L’Umbria è ancora una regione tanto sconosciuta all’estero, quanto bella e autentica, proprio perchè non è tra le principali mete turistiche. Non lo è…ancora. Dopo le “twittate” di Oprah, prevedo un’ondata di turisti dagli Stati Uniti… staremo a vedere!

Nel frattempo si è fatto tardi. Vado a preparare un piatto di pasta, proprio con uno dei buonissimi tartufi che mia mamma mi ha portato dall’Umbria la settimana scorsa. Ah…le mamme…. Buon appetito!

fresh umbrian truffle,  tartufo dell' Umbria
Il tartufo fresco che cucinerò a minuti per la mia pasta. Sapori umbri a Londra…

 

 

Alessio
Hallo! I’m Alessio: an Italian geek with the passion for food and travel. I’m originally from Umbria Region - the Green hearth of Italy - and currently live in London. I’m often on a plane, travelling somewhere either for work or holidays. This is my little corner of the world where I share my tasty recipes, tips on how to cook, restaurants to try and places to visit, including my beautiful Umbria.

Leave A Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *